Storia della Basilica di San Lorenzo parte XI° – Frate Girolamo Savonarola a San Lorenzo


STORIA DELLA BASILICA – PARTE XI°

Ci racconti ancora………


Anni 1400 – 1500 Frate Girolamo Savonarola quaresimalista in San Lorenzo.


Frate Girolamo Savonarola da Ferrara predicò una prima volta a San Lorenzo un quaresimale nel 1484. Non piacque. I fiorentini quasi non lo capivano per la sua pronunzia. Poi i fiorentini erano abituati a un eloquio fiorito ed egli era duro, forte. Insomma piano piano, via via, perse gli uditori e terminò con una ventina di ascoltatori compresi i fanciulli.


Priore poi del convento di San Marco con la foga della sua predicazione aveva diviso Firenze. Predicò ancora nel 1492 un quaresimale che aveva per tema il “Diluvio”. Impossibile che non venisse in questa città paganeggiante. “Verrebbero soldati e principi che spoglierebbero la città e la fortezza solo con la paura e che l’Italia era spacciata e che ella non aveva rimedio e che tutto questo diceva per parte di Dio.” Mentre così parlava, EDIFICAVA UN’ARCA mettendo degli assi predica dopo predica. Vi accorreva molta gente, filosofi e teologi che udivano lui affermare essere mandato da Dio. Predicava che si ordiva una tragedia di cui lui stesso doveva compiere la scena con una morte violenta, crudele e ignominiosa.

Tenne il medesimo tema anche nel 1494 lo dicono i dodici fiorini che il Capitolo pagò a San Marco


Nella continuazione delle “Memorie Istoriche della Basilica di S. Lorenzo” del Moreni al volume II e pag. 153,154,155,156 si riscontrano anche altri episodi.

Vi erano canonici infatuati dal suo dire tanto che una circolare capitolare stabilì che i canonici che avessero voluto andare alle di lui prediche venissero considerati come presenti al Coro senza perdere la distribuzione. Ma una tale concessione di lì a poco fu revocata in forza di un ordine di Mons. Leonardo Medici vicario generale dell’Arcidiocesi. Anzi l’ordine di non andare ad ascoltare frà Girolamo fu dato a tutti i preti e laici dell’Arcidiocesi. Due canonici e un cappellano non obbedirono. Allora fu stabilito che se essi non si fossero fatti prosciogliere dalla scomunica, non avrebbero più potuto partecipare al Coro e fossero privati delle distribuzioni per cinque anni.

Predicava la quaresima frà Domenico Buonvicini da Pescia compagno indivisibile di Savonarola in vita e in morte. Gli fu proibito di continuare la predicazione del quaresimale in Basilica. Fu sostituito da frate Sebastiano religioso di Santa Maria Novella.


E una cosa si deve raccontare: I MERCOLEDI’ di San Lorenzo.
CLICCA QUI PER LEGGERE LA PARTE PRECEDENTE


Anni 1400 – 1500 L’undici marzo 1513 il Cardinale Giovanni dè Medici veniva eletto Papa prendendo il nome di Leone X
CLICCA QUI PER LEGGERE LA PARTE SUCCESSIVA


CLICCA QUI PER TORNARE ALL’INDICE

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: