Storia della Basilica di San Lorenzo parte 51° – Anno 1947 La morte di Mons. Rosselli


STORIA DELLA BASILICA – PARTE 51° Anno 1947 la morte di Mons. Rosselli


Ci racconti ancora …….

Anno 1947  La morte di Mons. Rosselli.


Anno 1947


Continua la cronistoria di Monsignor Rosselli. Un fatto importante è il ritorno del tabernacolo di Desiderio da Settignano. Un tabernacolo pregevolissimo che ornava l’altare del Santissimo Sacramento che serviva per l’esposizione del giovedì santo fino all’anno 1943 quando si incominciò la esposizione nella Cappella dei Principi.


La soprintendenza ha portato dei mutamenti. Fu costruita la base; è stato rivestito di marmi il pannello rappresentante la Pietà. Tanto la pietà quanto i finissimi candelabri restavano nascosti dall’altare.


La sovrintendenza d’accordo con il parroco per maggiore evidenza portò sulla parete destra e dentro entrando, questo tabernacolo che attira gli studiosi e i fedeli.


In una adunanza Capitolare il 21 marzo 1947 il Capitolo approvò la volontà del Priore di fondare un Canonicato intitolato a San Giovanni Evangelista (Il Santo di cui portava il nome) ed allo stesso tempo approvava il conferimento di detto Canonicato al sacerdote Guido Duranti presentato col beneplacito, per la prima volta a norma delle attuali disposizioni canoniche.


Finiti i pontificali con il Concilio Vaticano II la Basilica di San Lorenzo piano piano è andata diventando una delle tante. Pensiamo che quando fu eletto il nuovo Vescovo di Padova Elia Dalla Costa si partirono da Firenze due Canonici del Duomo e il Priore Mitrato della Basilica di San Lorenzo insieme ad un altro Canonico furono accolti molto bene e ossequiati. Si ricordi che quando il Cardinale Dalla Costa venne in treno a Firenze due Canonici del Duomo e il Priore Mitrato insieme ad un altro Canonico andarono a prelevarlo a Pistoia.


Ora vorrei sapere come mai San Lorenzo sta diventando una delle tante. Non è più come sede del Vicariato Foraneo come lo era per natura.


Il 2 ottobre 1947 il Priore non interveniva all’adunanza perché trattenuto a letto per un accesso febbrile. Il 4 ottobre alle ore 14 veniva colpito improvvisamente da una trombosi in seguito alla quale aggravandosi sempre più la sua condizione di salute, non potendo ricevere il viatico a causa del vomito passava santamente al Signore la mattina del 6 ottobre alle 5 e 30. Il giorno 8 ottobre gli vennero fatti solenni funerali. E’ stato tumulato ad Empoli nella Cappella di famiglia.
Finisce così “l’era” del Priore Rosselli.
Il Priore Rosselli è stato importante per la parrocchia di San Lorenzo. Dopo il troppo lungo priorato di Monsignor Giovannini, il Rosselli portò vivacità nella parrocchia non solo dal lato della pietà ma soprattutto con la carità e la disponibilità verso le persone. Così il culto ma anche tutte le cose che riguardavano il Capitolo e i fabbricati. Affrontò il periodo bellico e post-bellico con serenità e forza. Con lui iniziò il culto a Niccolò Stenone.
(Dalla cronaca di Monsignor Rosselli.)

STORIA DELLA BASILICA – PARTE 50° Anno 1946 le sacrestie e le tombe
CLICCA QUI PER LEGGERE LA PARTE PRECEDENTE


Storia della Basilica di San Lorenzo parte 52° – Anno 1947 Mons. Giuseppe Capretti nuovo Priore Mitrato
CLICCA QUI PER LEGGERE LA PARTE SUCCESSIVA

 

CLICCA QUI PER TORNARE ALL’INDICE

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: